NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Un esperienza da non dimenticare
Lorenzo Cuneo

un giovane che pensava sempre agli altri

Lorenzo Cuneo

   
 

 Una vita, quella di Lorenzo, piena di progetti e speranze. La madre lo ricorda così: “Mio figlio era un ragazzo qualunque, sorridente, allegro. Faceva mille cose, dall'impegno scout all'interesse per l'ambiente. Al centro della sua vita c'era l'amore per il prossimo. Era volontario della Caritas, collaborava con la fondazione “Bambini in emergenza”, che si occupava di bambini romeni colpiti dall’Aids, organizzava nella parrocchia di San Giovanni Battista De Rossi, all’Appio Latino, “il giro del giovedì” portando panini ai poveri nelle stazioni. Faceva sempre, per il prossimo, tutto quello che poteva.”

Lorenzo

 

Lorenzo è morto il 23 ottobre 1998, investito da un camion sulla corsia d’emergenza dell’A1 mentre soccorreva un automobilista.

 

L’impegno di Lorenzo oggi continua con l’associazione che porta il suo nome, voluta dal fratello Eugenio e dai suoi amici.
Dopo dieci anni d’impegno nel 2008, in occasione della Giornata dell’educazione stradale, è stata intitolata a Lorenzo la scuola materna “Garibaldi” di via Cerveteri 59 a Roma.

 

L’associazione “Lorenzo Cuneo” Onlus è stata costituita il 3 novembre 1998, appena 11 giorni dopogruppo scout la scomparsa di Lorenzo, ed è indipendente, apartitica, aconfessionale, ha carattere volontario e non persegue fini di lucro. 

La finalità è quella di ricordare la figura e l'esempio di Lorenzo nelle molteplici attività in cui si era impegnato con allegria e spirito di servizio. 

In particolare l'assistenza sociale al fine di valorizzare la dignità umana, la beneficenza, le manifestazioni di carattere sportivo, ricreativo, culturale e la tutela e valorizzazione dell'ambiente.